Community

09 LUG 2018

In studio: Differenza tra registrazione digitale e analogica?

  • Angela De Gregorio
    10 LUG 2018

    Un musicista può registrare un brano in due modi: in uno studio professionale, affidandosi alle competenze del tecnico del suono; o in uno studio domestico (Home studio).  La scelta dipende molto dalle possibilità economiche, dal risultato che si vuole ottenere e dall'uso che si vuole fare del brano. 

    Abbiamo due tipi di registrazioni: quella digitale e quella analogica.

    La registrazione digitale converte i segnali analogici creati dallo strumento musicale in una serie di uno e zero (il codice binario che rappresenta il linguaggio del computer). Questa conversione può avvenire nel computer, in una scheda audio aggiuntiva, in un interfaccia audio collegata al pc. 

    I convertitori, quindi, trasformano le onde sonore in codici interpretabili dal computer.

    Pro Tools è tra i registratori digitali più diffusi. Permette di registrare su tracce singole e di eseguire sovraincizioni su tracce registrate in precedenza.

    La registrazione analogica consente l'inserimento di segnali sotto forma di onde, basato su un registratore multitraccia a nastro. Molti ritengono che questo tipo di registrazione conferisca al suono una qualità migliore rispetto a quello prodotto dalla registrazione digitale. In realtà il suono è comunque alterato.